Archivio mensile:agosto 2005

Adobe apre al corporate blogging

Per ora accontentatevi di una rapida segnalazione: l’esperimento di corporate blogging messo in campo dalla Adobe è solo all’inizio ed è presto per esprimere un giudizio attendibile. Dunque vi basti sapere che esiste un blog collettore dove vengono raccolti gli ultimi post scritti in ogni singolo blog del network e che per ora hanno aderito al progetto 7 persone: Gavin McKenzie, John Nack on Adobe, Mark Niemann-Ross (MNR), Lori DeFurio, Mike Potter, Bill McCoy, Tobias Hoellrich. Fatemi sapere cosa ne pensate.

Per saperne di più:

- Adobe Blogs

Jeff Jarvis “bastona” Mr Dell

Jeff Jarvis di BuzzMachine ci è andato pesante: nel suo post intitolato “Dear Mr Dell” ha pubblicato una lettera aperta nella quale porta impietosamente alla luce la scarsa affidabilità dei prodotti Dell nonché le enormi falle del suo “Customer Care Service”. Brandendo la tastiera come fosse una clava, Jarvis colpisce impietoso quelli che ritiene essere i principali difetti del colosso americano, e lo fa citando sistematicamente prima numerose testimonianze tratte dalla blogosfera, poi la lunga eco che esse hanno avuto sulla stampa tradizionale (“Because the press is reading blogs, even if you’re not”).

Continua a leggere

L’americano Autoblog sbarca in Spagna

Jason Calacanis, capo supremo di WeblogsInc, ha annunciato il lancio di una versione in lingua spagnola del suo popolarissimo Autoblog, ovvero il secondo blog del network americano dopo Engadget a sperimentare un’edizione in lingua diversa dall’inglese. Ora la cosa veramente interessante sarà non tanto verificare se il blog di Calacanis otterrà il solito, prevedibile successo, ma piuttosto scoprire come reagiranno gli spagnoli di MotorPasion per difendere la propria fetta di mercato. Staremo a vedere.

Per saperne di più:

- The Blog Herald: “Calacanis launches Spanish version of Autoblog
- The Jason Calacanis Weblog: “Autoblog in Spanish
- Autoblog Spanish

Feedster 500

Jason Calacacanis è uno che sa come ottenere quello che vuole: insoddisfatto dalla top 100 con cui Technorati censisce i blog più linkati della rete, il guru di WeblogsInc qualche tempo fa ha promesso “50,000 dollars in free advertising” a chiunque fosse riuscito a realizzare una “top 500 blogs list” credibile e aggiornata. Il primo e per ora l’unico a rispondere al suo appello è stato Feedster, ma è sufficiente dare una sola occhiata al documento per accorgersi che Jason ha ragione: per capire cosa succede nella blogosfera non basta sapere solo chi sono i primi (100) della classe.

Per saperne di più:

- The Blog Herald: “Feedster 500
- The Jason Calacanis Weblog: “Feedster 500 owns Technorati 100!
- Feedster Top 500

L’rss, questo sconosciuto

Uno strumento serve a poco se l’utente cui è destinato non capisce come usarlo o, peggio, ne ignora l’esistenza. Su questo blog si è più volte parlato della necessità di “formare” i navigatori dando loro non solo servizi, ma anche le informazioni necessarie ad usarli e l’ultima ricerca condotta da Nielsen/NetRatings, che analizza l’uso e la diffusione della tecnologia rss, sembra confermare in pieno le nostre preoccupazioni: condotto su un campione di mille persone, lo studio rivela infatti che ben il 66 per cento dei “blog readers” addirittura ignora cosa sia un feed rss, a fronte di un misero 11 per cento che ne fa regolarmente uso. Sono numeri che ribadiscono la necessità di “educare” l’utente all’uso della rete usando poche ma efficaci parole, evitando i tecnicismi, parlando chiaro. Che ne pensate?

Per saperne di più:

- Il rapporto di Nielsen/NetRatings

(Via the Blog Herald)

Gmail cresce di un giga

Il caldo d’agosto non ha impedito a quelli di Google di sferrare un nuovo colpo alla concorrenza: l’azienda di Mountain View ha infatti deciso di “regalare” un altro giga di spazio a tutti gli utenti di Gmail, “per celebrare il nostro primo anno di attività”. L’incremento di spazio non è istantaneo: come già in passato, l’utente può letteralmente vedere “crescere” la propria e-mail byte dopo byte grazie a un piccolo counter presente nella home del servizio. Tempo un paio di giorni e tutto il nuovo spazio sarà a vostra disposizione. Se poi tre giga ancora non vi bastano, abbiate solo un po’ di pazienza: quelli di Google hanno detto chiaramente che presto altri megabyte pioveranno sugli utenti di Gmail.

Per saperne di più:

- Gmail: What’s New
- NevOn: “Gmail now 3 gigs