Archivio mensile:gennaio 2006

Come ottimizzare Google Adsense

Se avete un blog, un buon numero di visitatori, siete iscritti al programma Adsense di Google ma ancora non siete diventati ricchi i casi sono tre: il vostro seguito non è poi così ampio come credete; il vostro account adsense non è configurato in modo da funzionare al meglio; un po’ tutte e due le cose. Nel primo caso non posso aiutarvi, ma per gli altri due qualcosa si può fare: andate sul Google Adsense blog e leggete con attenzione il post dall’eloquente titolo “Blogtimize!”. Vi troverete poche ma imperdibili dritte preparate da Google “in persona” apposta per voi.

Per saperne di più:

- Google Adsense Blog: “Blogtimize!

Italia, il lavoro si cerca in rete

Il web come strumento per trovare lavoro è ormai una realtà affermata anche in Italia. Lo rivela una ricerca realizzata da Metis secondo cui la percentuale di persone che usano la rete per cercare lavoro e passata dal 13% del 2004 al 18,3% del 2005. Un risultato che pone il web al secondo posto nella classifica dei mezzi usati per cercare un impiego, preceduto solo dai giornali (20,5%) che però hanno perso oltre un terzo degli utenti rispetto al 2004 (33%). Milano, Roma, Cagliari, Torino, Napoli e Bologna sono le città dove risiede il maggior numero di “job hunter” telematici. Ma la domanda è: il lavoro poi lo trovano?

(Via Ansa)

US, cresce a gennaio il commercio elettronico

e-commerce in the us

Fiumi di denaro scorrono nella rete alimentando il fiorente commercio on line statunitense. Secondo l’ennesimo rapporto, realizzato questa volta da comScore Networks, l’online non-travel spending è cresciuto nelle prime tre settimane di gennaio addirittura del 33% rispetto allo stesso periodo del 2005. Lo straordinario incremento delle vendite on line registrato negli Usa durante il periodo natalizio non è dunque stato un fenomeno isolato, ma rientra nel quadro di una crescita che non accenna ad arrestarsi. Nei primi 21 giorni del nuovo anno, 5,1 miliardi di dollari sono stati spesi in America per acquisti on line evidenziando una tendenza alla crescita che, secondo il presidente di comscore Gian Fulgoni, verrà confermata per tutto il 2006.

Per saperne di più:

- eMarketer: “No Online Spending Hangover?

Olimpiadi invernali, vietato bloggare

olimpiadi invernali torino 2006

Calma, calma, non siamo di fronte a una censura senza precedenti della libertà dei blogger. Il divieto esiste, è vero, ma riguarda i soli atleti che tra breve parteciperanno alle Olimpiadi invernali nella nostra Torino. Lo ha da poco ricordato il Comitato olimpico giapponese ai suoi atleti, ma le regola, contenuta nello statuto delle Olimpiadi, vale per tutti, pena la squalifica. Non manca tuttavia una curiosa ambiguità: il divieto infatti, impone la sospensione di qualsiasi “attività giornalistica” da parte degli atleti che partecipano ai giochi, ma chi prende le decisioni non sembra saper dire con certezza se bloggare Torino 2006 possa essere considerato “fare giornalismo”. Nel dubbio, il pragmatismo nipponico ha spinto gli organizzatori ad estendere il divieto anche ai blog. Secondo voi, come si regoleranno gli altri?

Per saperne di più:

- The blog Herald: “Winter Olympics Blogs to be banned

Dell si espande in India

Il colosso dei tecnologico americano Dell ha annunciato oggi che intende assumere 5mila persone in India nell’arco dei prossimi due anni. Le nuove leve si andranno ad aggiungere ai diecimila dipendententi che nella regione già figurano sul libro paga della compagnia USA e verranno impiegate in un call center (il quarto di Dell in India), in un nuovo manufacturing center e in un product testing center di Bangalore dove già lavorano 300 ingegneri.

Per saperne di più:

- ABC News: “Dell to Hire 5,000 People in India

Il futuro di Ebay è a rischio?

ebay

Tiffany & Co ha denunciato Ebay in quanto ritiene l’azienda colpevole di “agevolare sul proprio sito il commercio di prodotti Tiffany contraffatti”. Il gesto, sostiene il New York Times, ha scatenato una reazione a catena che potrebbe mettere a rischio la stessa sopravvivenza del più grande sito di aste on line al mondo. Dopo quella di intentata da Tiffany, è infatti molto probabile che altre azioni legali seguano imponendo a Ebay una profonda revisione dei propri sistemi di sicurezza e delle proprie policy. A quel punto non sarà facile far rispettare il “nuovo corso” all’immensa comunità di utenti registrati, pari a oltre 180 milioni di persone. E riuscirci o meno significherà garantirsi un futuro o chiudere bottega.

Per saperne di più:

- Technology Blog: “eBay as a source of fakes

Microsoft assicura lunga vita all’Xbox

xbox will live on

Se siete tra quanti hanno investito denaro nell’acquisto della prima console targata Microsoft e dei giochi ad essa dedicati, non temete: non verrete abbandonati. In queste ore la casa di Redmond sta infatti sistematicamente smentendo le voci secondo cui, con l’uscita del Xbox360, la “vecchia” Xbox e suoi clienti sarebbero sul punto di essere abbandonati al proprio destino. Nessuno vi costringerà a un costoso quanto indesiderato upgrade: il supporto alla prima Xbox, fanno sapere da Microsoft, continuerà regolarmente e anzi per il 2006 è prevista l’uscita di circa 200 giochi nuovi di zecca. Una tattica commerciale già messa in pratica con profitto da Sony quando venne lanciata la Playstation 2. Insomma, potete tirare un sospiro di sollievo.

Per saperne di più:

(Via The Unauthorized Microsoft Weblog)

Viral HQ, il database dei “filmati virali”

viral hq

Se volete sapere che cos’è il viral marketing in generale, ne potete trovare un’esauriente definizione sulla solita Wikipedia. Ma se desiderate farvi un’idea più precisa, magari visionando vari esempi di questa potente tecnica pubblicitaria, allo dovete assolutamente visitare Viral HQ, un vasto archivio di “filmati virali” consultabili in ordine alfabetico dove si trova davvero di tutto. Buona visione.

(Via AdRants)

A week of blogging

Gli hot topics della settimana:

Il cinema indipendente guarda ai nuovi media

sundance film festival 2006

Domani si conclude il Sundance Film Festival, l’importante rassegna americana del cinema indipendente nata 25 anni fa da un’idea dell’attore Robert Redford. Il quarto di secolo della manifestazione coincide con un momento di grandissimo fermento nel campo dei nuovi media che non è sfuggito agli organizzatori e ai protagonisti del Festival: grande interesse è stato infatti manifestato per i sistemi di distribuzione cinematografica via web, via cavo e satellite che consentono la visione dei film a casa, sul computer o sui dispositivi portatili.

Continua a leggere