Il Ceo di Cisco Italia di fronte a un bivio

Stefano Venturi, amministratore delegato di Cisco Systems Italy, risponde con un commento alle osservazioni di Gaspar Torriero. Il tema è l’incontro con i bloggers organizzato da Cisco a Milano il prossimo 21 maggio.

Tra le altre cose scrive:

“Per quanto riguarda l’apertura di un mio Blog ti devo confessare che la cosa mi sta ronzando in testa da molto tempo, ma prima di partire voglio essere sicuro di poterci dedicare un ammontare di tempo adeguato in modo da essere realmente io la persona che scrive (e non qualche collaboratore come fanno taluni).”

Riflettendoci, se davvero desidera scendere nell’arena della blogosfera, Venturi si trova di fronte a un bivio e deve serenamente decidere che strada prendere. La premessa è che entrambe, a certe condizioni, sono praticabili.

Le opzioni sono:

1) aprire il blog di Stefano Venturi, amministratore delegato Cisco Systems Italy: in questo caso, pur parlando con la propria voce, ogni cosa che dirà la dirà anche a nome dell’azienda. Si può fare e, spesso, ha senso farlo; serve tuttavia definire a monte una linea editoriale chiara, una policy (concordata con l’azienda e condivisa con il lettore) in cui si specifica cosa l’autore, leggittimamente, non può dire (e magari anche perchè). Serve inoltre avere il coraggio (e l’autonomia) per parlare con franchezza della propria azienda e del proprio settore, inquadrando prospettive e opportunità, ma anche limiti e ostacoli. L’esempio c’è e si chiama Jonathan Schwartz.

2) Aprire il blog di Stefano Venturi e parlare di sé, della propria esperienza umana, dei propri interesse, della propria passione che può anche coincidere con il proprio lavoro, purchè non si indugi mai troppo in “sviolinate” per la propria azienda. Un compromesso da rinnovare ogni giorno, cum grano salis come ad esempio fa Stefano Hesse con il suo Sotto Rete.

Per quanto riguarda il tempo da dedicare al blogging, basta accordarsi. Se fin da subito si chiarisce la difficoltà nel mantenere una cadenza regolare, la gente (a patto che trovi interessante quello che hai da dire) se ne farà comunque una ragione (i feed RSS, poi, servono anche per questo). Senza contare che, se ci si prende davvero gusto, il tempo si finisce sempre per trovarlo.

Annunci

5 pensieri su “Il Ceo di Cisco Italia di fronte a un bivio

  1. Alberto

    Ciao a tutti!

    Ho trovato qualcosa che in qualche modo ha a che vedere con il rapporto con la Rete.
    Un appuntamento a Milano per il 22-23 maggio.
    Magari ci capiamo qualcosa, nell’utilizzo della Rete all’Italiana.

    Date un’occhiata a questo: http://www.mobileworklife.com.
    Dallufficio, per l’appunto, girovagavo nella Rete tra un’email e l’altra di lavoro e mi sono sentito chiamato in causa…:)

    Rispondi
  2. Anonimo

    grazie della segnalazione, il classico lapsus. Per quanto riguarda l’incontro si tratta di un evento cui parteciparenno 100 bloggers invitati da Cisco.

    Rispondi
  3. Samuele

    “Senza contare che, se ci si prende davvero gusto, il tempo si finisce sempre per trovarlo.”

    Frase semplicemente azzeccata.
    Io ne trovo sempre di più.

    E la fidanza si incazza!! 😀

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...