Ripartire dai fondamentali

Le vacanze volgono ormai al termine: mancano ancora pochi giorni di mare e di sole prima che inizi la “stagione calda” del corporate e business blogging, a mio avviso anticipata da molti ed incoraggianti segnali registrati nella prima metà di questo movimentato 2007.

Meglio dunque iniziare a “scaldare i motori” approfittando dell’utile riepilogo fornito dal solito Steve Rubel, che in 5 punti sintetizza magistralmente l’essenza del blogging aziendale:

Be passionate and add value
To be credible online, you need to tap into your passions and expertise and use them to add value to the conversation. This helps you build not only your profile but the organization’s too. Be constructive and thoughtful.

Know where your bread is buttered
This one’s not always apparent. It’s critical you know who pays your salary. It isn’t just your employer, but rather their entire circle of stakeholders. In my case, this includes clients, partners and the press. See if you can get a list of your company’s big customers. Don’t make any of them angry.

Color in the lines

It’s important to know what your blog is about and where it can impact your business. Figure out your mission and know where you can and can’t go. In my case, I learned that it’s very difficult for me to blog substantively about our clients, their competitors or individual media outlets. I largely stick to big trends, insights and how-to’s and pepper them with small examples.

Think before you post
This I learned the hard way. When it doubt, throw it out. Ask a colleague who understands this environment to review anything that’s questionable. I have curbed my urge to post from the gut by pre-writing longer posts and using an editorial calendar.

Have a thick skin and a sense of humor

If you can’t have fun as a blogger, then it’s not worth it. Always be open to being mocked. When the Rocketboom vlog interviewed me we threw as many client props into a shot as we could. It got a laugh everywhere.”

3 pensieri su “Ripartire dai fondamentali

  1. mat

    Uno tra i tanti suggerimenti per il corporate blogging che ho letto di recente è: racconta una storia. I post come storia sembrano aiutare a catturare l’interesse dei lettori e a coinvolgerli maggiormente. Sembra sensato, ma non semplicissimo da realizzare…e forse da usare con moderazione qua e la nei propri post.

    Rispondi
  2. Luca Taddei

    Tutti consigli sacrosanti! Sono anche d’accordo con il suggerimento di raccontare una storia! Si sa, abbiamo sempre bisogno di narrazioni, sono coinvolgenti e appassionano! Giusto anche il consiglio: usare con moderazione! Ma vale per molte altre cose!

    L.T.

    Rispondi
  3. Antonio LdF

    Che si debba pensare prima di postare non credo sia una cosa da applicare ai soli Blog aziendali..

    Si eviterebbe un sacco di rumore (virtuale) e perdite di tempo per la loro lettura!

    Si potrebbe creare una tag ad-hoc no?
    😛

    Cercherò di seguirlo ad ogni modo, anche se per me è un po’ diverso…

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...