Open Source Government

Padoa Schioppa è stato chiaro: riassestare le casse dello Stato costerà sacrifici e impone fin d’ora consistenti tagli alla spesa pubblica. Sta bene, rispondono dall’hacklab di Caserta, ma perchè non cominciare proprio con una bella migrazione delle Pubbliche Amministrazioni verso sistemi operativi, applicativi e piattaforme Open Source? Un’idea mica male, alla quale chiunque può aderire firmando l’apposita petizione e scendendo in piazza il prossimo 20 luglio davanti alle Poste centrali di Roma.

(Via Punto-Informatico)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...