Con la nuova Leica M11, l’essenza della fotografia diventa hi-tech

Nel 2014 Leica compiva 100 anni. Un secolo di macchine fotografiche eccellenti finite nelle mani di Fotografi con la F maiuscola, che con esse hanno raccontato il mondo mentre accadeva. 

A maggio sempre dello stesso anno, per celebrare quello che chiamava il suo Giubileo, l’azienda tedesca inaugurò un nuovo quartier generale a Wetzlar (un’ora di macchina da Francoforte), tornando nel piccolo paese dove la sua storia era iniziata. 

Fu un evento notevole: nel complesso nuovo di zecca (le cui due torri sono a forma di obiettivo Leica), tra esposizioni di fotocamere, selezioni di scatti che hanno fatto la storia e linee di produzione dove si incontrano tecnologia e artigianato, andò in scena una festa memorabile. Presenti i più importanti fotografi Leica viventi, era facile imbattersi in personaggi come Nick Ut, Craig Semetko, Elliott Erwitt o Gianni Berengo Gardin. Ne intervistai molti, e chiesi loro come cambiava il lavoro del fotografo professionista in un mondo in cui venivano postate milioni di foto al giorno, ma anche come vivevano la digitalizzazione della fotografia (su cosa mi dissero, torneremo più avanti).

Festa a parte, al tempo era difficile interpretare l’evento Leica: era il canto del cigno di un dinosauro destinato a essere spazzato via, o al massimo a restare un fenomeno di nicchia per facoltosi cultori della materia? Oppure era una pietra miliare, il punto di svolta di un brand ricco di tradizione, che ha fondato la fotografia moderna inventando il formato compatto, e che ora si proiettava con forza nel futuro?

Oggi sappiamo che la risposta giusta è “la seconda che hai detto”. 

Il lancio odierno della nuova Leica M11 (su cui trovate un pezzo per Italian Tech a fine post), conferma che l’azienda tedesca ha saputo cambiare il passo ed evolversi senza rinunciare a se stessa. Come già prima di lei la serie SL e Q, ora la nuova M11 trova la sintesi tra tradizione e innovazione. Nell’aspetto, tutto si richiama alla serie M, rivendicando un legame di parentela diretta soprattutto con le sue incarnazioni più recenti e digitali. Nella sostanza, abbondano invece le novità e soluzioni tecnologiche (alcune addirittura inedite per il mondo della fotografia tradizionale) che proiettano la nuova nata nel futuro della fotografia d’autore.

Ed è una buona notizia.

Leggi “Nuova Leica M11, il futuro della fotografia d’autore” su Italian tech

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...