Jobs chiama, Emi risponde

Forse non ci crederete, ma la casa discografica EMI si è detta disposta a vendere on line il proprio vasto catalogo digitale senza alcuna protezione anticopia. Solo tre giorni fa Steve Jobs lanciava la sua bomba sul mercato discografico planetario: Apple non ama i DRM, li adotta perchè solo così si possono convincere le Major a vendere musica su iTunes. Una mossa abile e – a mio avviso – frutto di una strategia mirata a:

1) far apparire la casa di Cupertino come l’azienda buona costretta a bloccare nei suoi iPod la musica acquistata attraverso iTunes;
2) scaricare tutta la responsabilità sulle spalle delle “crudeli” Major;
3) sondare l’umore delle case discografiche, nonché a ricattarle davanti all’opinione pubblica, per scuoterle e capire quali tra loro sarebbero disposte a togliere il “lucchetto” dalle canzoni mp3.

Perchè tutto questo? Ma per allargare ancora il marcato musicale digitale e creare nuovi spazi di manovra e crescita per Apple, ovviamente. E se Jobs chiama, Emi Group risponde: la major raccoglie la sfida e rilancia la posta sul piatto dichiarandosi pronta a tuffarsi in un mondo senza DRM. Ora non resta che attendere la reazione delle altre Major: la cosa si prospetta interessante.

Per saperne di più:

– USA Today: “EMI in talks to sell unprotected MP3s

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...