Perché le aziende temono i blog / 2

Ieri scrivevo del perché le aziende temono la blogosfera. Poco dopo aver postato, Elisabetta Locatelli mi ha invitato davanti alle telecamere di DolmediaTV per fare due chiacchiere sul corporate e business blogging. Ne abbiamo parlato in generale, raccogliendo le molte e interessanti suggestioni emerse durante la conferenza (in particolare, quelle scaturite dall’intervento di Bernard Cova). Ma anche nel dettaglio, facendo riferimento al panel che ho moderato e al quale hanno partecipato Carlo Rossanigo (Direttore Relazioni Esterne e Corporate Marketing Microsoft), Marco Massarotto (Fondatore e Presidente di Hagakure), Federico De Nardis (CEO Fiat Media Center), Alessandro Leoni (AD di Plastiweb e Responsabile Corporate Blog Mandarina Duck). Mi auguro che la monumentale stanchezza non mi abbia impedito di dire cose sensate, ma lascio giudicare a voi.

Advertisements

2 pensieri su “Perché le aziende temono i blog / 2

  1. T-Blogger

    Sono uno dei gestori del blog Gruppo Toscano.
    Qualche mese fa hai scritto di noi e indirettamente ci siamo parlati….
    Ho ascoltato con attenzione il tuo intervento e mi è venuta voglia di raccontarti la nostra esperienza vissuta dall’interno di un’azienda…
    Il blog lo abbiamo messo su senza pensarci troppo e senza farci troppe domande, si avevamo qualche timore su possibili msg non positivi ma la voglia di aprirsi e dare un volto all’azienda era forte e così 6 mesi fa con l’uscita del nuovo sito abbiamo messo su questa scommessa con un bel po’ d’incoscienza 
    Di giorno in giorno il nostro blog sta cambiando (per ora solo nei contenuti più che visivamente) lo stiamo utilizzando proprio per dar voce a noi stessi ma anche cercando di dare utilità.
    Ultimamente stiamo coinvolgendo la rete commerciale e componenti delle altre aziende del gruppo, stiamo cercando di rendere più partecipi tutti, dai nostri collaboratori fino ai nostri clienti, speriamo di poterlo riuscire a fare sempre meglio.
    Nella tua intervista parlavi di paura delle aziende e giustamente dicevi che hanno paura delle cose di cui non dovrebbero, sai, se non utilizzi il mezzo non lo puoi capire…se però inizi non ne puoi più fare a meno (questa frase c’è nel libro “Blog” con prefazione di Beppe Grillo ) e così adesso è per noi e credo sia lo stesso per le aziende che curano attivamente un corporate blog.
    L’obiettivo è continuare cercando di migliorare mettendoci in gioco senza timori… è una bella avventura.
    A presto
    T-Blogger

    Rispondi
  2. Roldano

    Ciao Alessio,

    ottima intervista, chiara e lineare. Sono daccordo su tutta la linea.
    Stavo pensando di comprare l’ultimo libro di Debbie Weil – The Corporate Blogging Book:
    http://www.amazon.co.uk/Corporate-Blogging-Book-Absolutely-Everything/dp/1591841259/ref=sr_1_2/202-1280577-5207801?ie=UTF8&s=books&qid=1182864204&sr=1-2

    Hai qualche informazione e/o recensione?

    Ieri ho pubblicato la prima parte di un intervista a Rossana che contribuisce a curare il blog di Mandarina Duck:
    http://www.roiguru.biz/2007/06/intervista-duck-side-il-corporate-blog.html

    Mi piacerebbe avere un tuo commento e magari sapere cosa gli avresti domandato tu.

    saluti

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...