Come ti scippo il blogger

Nanopublisher guardatevi le spalle! I vostri migliori blogger fanno gola a molti e, tra questi, anche a chi gioca sporco per scipparveli senza tanti complimenti. La tattica è semplice: inviare una mail con dentro nell’ordine:

  • saluti;
  • complimenti per la “trasmissione”;
  • allusioni a un non meglio specificato progetto cui il blogger dovrebbe essere grato di poter aderire;
  • un accenno ad una cifra ridicola da guadagnare senza specificare in quanto tempo e per quanto lavoro;
  • l’invito a segnalare altri blogger possibilmente interessati (e magari nello stesso nanopublishing network, che è più comodo, aggiungo io);
  • infine la ciliegina sulla torta: l’invito a non inoltrare a nessuno l’email, il cui testo grida vendetta sotto al sole.

Ora io non divulgherò il nome di chi abbiamo colto sul fatto a corrompere i nostri fidati collaboratori: possono scordarsi pubblicità gratuita da questo blog. Mi limiterò invece a pubblicare l’infame missiva, opportunamente ripulita da nomi, cognomi e brand, al fine di dare tutti gli strumenti per identificare rapidamente ogni “attacco” al vostro network. Con l’occasione vi auguro che i vostri blogger siano onesti con voi quanto i nostri lo sono stati con Communicagroup.

E ora, come promesso, ecco a voi l’esca lanciata ai blogger:

“Ciao xxxxxx,
mi chiamo xxxxxxx e ho avuto modo di vedere il tuo blog all’ indirizzo http://www.xxxxxx.xxxx. Avrei un’iniziativa da proporti.
A mio avviso potresti essere una delle persone che sto cercando per questo progetto.
Siamo alla ricerca di collaboratori per i blog di xxxxxx.xxx.
Alle persone selezionate verrà richiesto di postare contenuti di qualità su temi definiti dalla redazione, che potranno essere collegati a uno o più sponsor.
Per l’attività di scrittura e gestione di ogni blog si potrà guadagnare fino a € 300. Spero che la proposta possa interessarti.
Se vuoi saperne di più, clicca sul bottone sottostante e avrai accesso ad un’area di approfondimento dedicata. Se conosci altre persone che possano essere interessate a questo progetto, ti prego di segnalarmi nome, e-mail e un loro blog scrivendo all’indirizzo: xxxxx@xxxxx.xxx, sarò felice di contattarle. Questa e-mail è strettamente personale e ti chiediamo di non inoltrarla per nessun motivo.”

Firmato: “La Banda Bassotti”

Advertisements

15 pensieri su “Come ti scippo il blogger

  1. Gioxx

    Complimentoni alla banda bassotti. Una mail rivoluzionaria in confronto gli fa un baffo 😉

    La fregatura non è tanto il beccare gente onesta come quella di Communica, ma quando effettivamente riescono a portare via blogger da altri network riuscendo quindi nel loro intento iniziale.

    Vabè, spero per loro che evitino in futuro di riutilizzare tale pratica.

    Rispondi
  2. Mitì

    La cosa buffa è che non fanno nemmeno attenzione a CHI sono le persone che gestiscono quei blog; un’occhiatina a che mestiere fanno magari eviterebbe anche magre figure…;-*

    Rispondi
  3. Anonimo

    @ Sartoni: mercenario : )

    @ Titti: dev’essere il fascino della tradizione

    @ Mitì: esattamente quello che ho pensato anche io

    Rispondi
  4. guidone

    Scusate ma io non ci vedo nulla di cosi’ osceno a parte i modi un po’ maldestri.
    Si chiama concorrenza, un altro vuole aprire una network di blog e lo fa reclutando altri autori: se gli offrono di piu’ vanno, se gli offrono di meno non hai di che preoccuparti, ma e’ la legge del mercato.
    I collaboratori non “appartengono” a nessuno, scelgono chi li paga meglio, e non c’e’ nulla di immorale in questo.
    Forse è meglio se smettiamo di pensare al nostro lavoro come un orticello dove nessuno puo’ entrare e nessuno puo’ coltivare le stesse cose, piu’ concorrenza fa bene a tutti (alla lunga).

    Rispondi
  5. Tambu

    anche io mentre la leggevo ridevo per il tono supersegreto e i modi da quinta elementare, ma pensavo che in fondo è una offerta di collaborazione retribuita. ok, non c’è scritto in quanto tempo, ma magari vale la pena.

    Propongo un punto di vista impossibile, ma perché no? scrivere una email del genere volontariamente porta il destinatario a pensare “seh, e questi che c’azzeccano con la comunicazione? se ci vado faccio sicuramente una bella figura, e magari…” 😉

    Rispondi
  6. Antonella

    Anche a me è arrivata. Per curiosità ho chiesto maggiori informazioni per vedere se le avrebbero fornite. Di fatto tutto molto fumoso: presentano una comunità piuttosto amatoriale e i 300 euro arrivano se e quando e come decide una mente grigia che sarebbe la redazione. Già viste spesso, queste “opportunità” nel mondo editoriale.

    Rispondi
  7. Antonio LdF

    Infatti, stavo proprio per dire che una cosa del genere, molto più seria e qualificata la fa sia blogsphere che blogo!

    Certo questi tipi sembrano davvero poco organizzati e maldestri; probabilmente ispirano anche pochissima fiducia, ma astraendo, non c’è poi nulladi così sinistro credo 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...