I DRM danneggiano il digital music market?

Sembrerebbe di sì stando alle proteste sollevate da Musicload, negozio musicale digitale tedesco di proprietà di Deutsche Telekom. Come riporta Ars Technica:

“La scorsa settimana MusicLoad ha diffuso un comunicato dove spiega come molti suoi clienti stiano avendo ‘problemi consistenti’ con le tecnologie di Digital Rights Mangement. In pratica tre telefonate su quattro al loro customer care service originano dalla frustrazione dei clienti nell’avere a che fare con i DRM. Il tutto in un mercato dove le Major si aspettano di essere pagate per lo sfruttamento commerciale dei loro titoli mentre tutti i costi di sviluppo dei DRM gravano sulle spalle dei music retailers. Se la storia d’amore tra compagnie discografiche e DRM – conclude Ars Technica – nuoce direttamente proprio a quelle aziende che cercano di trarre profitto dal mercato online della musica digitale, allora c’è davvero qualcosa che non va”.

Via

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...