Archivi tag: condizioni

iPhone all’italiana, i consumatori delusi guardano a 3

In queste ore si fa un gran parlare del debutto italiano dell’Iphone 3G, dello scontento generato nelle masse da tariffe e gabelle presenti nelle proposte di Tim e Vodafone, e persino della (flebile) speranza che alcuni ora ripongono nell’operatore 3 Italia e nel suo CEO, grande escluso dal lancio dell’atteso terminale Apple.

Da Vincenzo Novari sono infatti in molti ad aspettarsi che:

1) si batta per ottenere il diritto a vendere l’oggetto del desiderio tecnologico;
2) riuscito nell’intento, sia così lungimirante da portare alle masse il super-cellulare secondo termini e condizioni più sostenibili per il cliente finale.

Difficile dire se il miracolo possa davvero accadere. Quel che è certo è che il CEO di H3G Italia, furioso per l’esclusione dai giochi della sua azienda, è oggi più deciso che mai a dare battaglia per avere l’attenzione (e la fornitura) dello zio Jobs.

Per averne conferma basta rileggere quello che egli stesso mi ha detto un mese fa ai margini della conferenza stampa per il lancio della nuova tv mobile di 3:

Continua a leggere

iPhone 2.0, la strategia (vincente) di Steve Jobs

Paese che vai usanze (e condizioni di vendita) che trovi. Mentre Steve Jobs si prepara a invadere mezzo mondo – Italia compresa – con l’atteso iPhone 3G, credo sia interessante sottolineare le diversità tra due offerte disponibili da una parte e dall’altra dell’Oceano Atlantico e, in seconda istanza, ragionare sulle motivazioni che le possono avere determinate.

Stati Uniti: Fin dal primo lancio, AT&T gode dell’esclusiva sull’iPhone per la quale ha pagato e paga moneta sonante alla Apple con un accordo di revenue sharing. Accordo che poi grava significativamente sulle spalle degli utenti finali: questi, infatti, sottoscrivono un contratto da 24 mesi che, fanno notare alcuni osservatori, sarebbe così stringente da impedire al cliente un upgrade dal vecchio iPhone al nuovo prima dello scadere dei due anni.

Continua a leggere