Coca-Cola Conversations blog, ovvero mettere l’editor giusto al posto giusto

All’inizio di quest’anno, l’arcinota Coca-Cola Company inaugurava il suo primo corporate blog, Coca-Cola Conversations.

Visitandolo, ciò che immediatamente colpisce sono la semplicità grafica e come essa faccia da contraltare alle sontuose campagne di marketing e comunicazione cui l’azienda ci ha abituati in oltre un secolo di storia.

Vorrei tuttavia attirare la vostra attenzione su un altro aspetto, a mio avviso molto più importante: la scelta dell’editor. Il blogger si presenta così:

“I’m Phil Mooney, director of the Archives at The Coca-Cola Company for the last 30 years. If you’re not familiar with the term Archives, you could say I’m the Company’s chief historian.

Over the last three decades, I have documented the history of the Company and its impact on commercial, social and cultural history. This blog gives me an opportunity to share some of those stories with you”.
.

Primo colpo di genio: non volendo evidentemente affrontare tematiche relative all’industria e al business in cui opera l’azienda, il management ha scelto di aprire comunque un presidio nella blogosfera dedicato – per dirla con il claim aziendale – al “lato Coca-Cola della vita”.

Insomma: decenni di comunicazione creativa hanno fatto di Coca-Cola un pezzo del nostro vissuto ed immaginario, e ora Mooney è lì che ci racconta, documenti alla mano, come e perché questo è stato possibile.

Secondo colpo di genio: la vera chicca del blog risiede nell’aver messo l’editor giusto al posto giusto. In qualità di storico ed archivista per Coca-Cola, Phil Mooney si configura come

  • – un interno che parla dal cuore dell’azienda;
  • – un’appassionato che conosce, condivide e veicola i valori legati al brand Coca-Cola;
  • – un editor le cui competenze coincidono perfettamente con i temi del blog e che, di conseguenza, ne “incarna” letteralmente il piano editoriale.
  • – una fonte inesauribile di informazioni dettagliate e documentate per la gioia degli estimatori

Quando dico che un’azienda, per entrare nel web2.0, dovrebbe trovare al proprio interno le voci giuste per raccontare se stessa, è proprio di questo che parlo.

Advertisements

3 pensieri su “Coca-Cola Conversations blog, ovvero mettere l’editor giusto al posto giusto

  1. baldo

    sì, bel blog… ma più in là di questo non si va -giusto per fare polemica:)- Rimango dell’idea che un forum lascia più possibilità a chi partecipa, e toglie il “boccino” dalle mani dell’azienda. Certo, è più rischioso, ma allroa dov’è il divertimento? 🙂

    Rispondi
  2. Smeerch

    I forum sono il male 🙂
    Detto con serietà e sincerità: i forum sono ormai uno strumento vecchio, alla luce della forma-blog, e tra l’altro danno sfogo alle frustrazioni dei parolai – tranne in casi rarissimi.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...